Scuola Calcio EliteQuali sono le caratteristiche di un buon istruttore di calcio?

13 Marzo 20190

All’interno di una Scuola Calcio il mister è una figura importantissima, in quanto diventa un vero e proprio esempio per i giocatori, soprattutto quelli più piccoli. 

L’allenatore rappresenta l’esperto, ovvero colui che facilita l’autoconsapevolezza dell’allievo e crea occasioni di apprendimento. Il compito dell’allenatore è dunque quello di trasmettere competenze e conoscenze ma deve essere consapevole che c’è da imparare da ogni persona e da ogni situazione. Questo è sicuramente il primo passo per raggiungere l’eccellenza. È dunque, importante che sappia creare un rapporto con i propri allievi.

Quali sono le caratteristiche che “fanno” un buon allenatore?

Vediamo più nel dettaglio quali sono le caratteristiche che un buon allenatore deve possedere.

  • Esperienze concrete di tipo tecnico e tattico;
  • Qualifiche e certificazioni rilasciate dagli Organi Federali Nazionali;

–> il nostro team <–

  • Preparazione sul piano didattico per comunicare le proprie idee in modo semplice e chiaro;
  • Disponibilità umana di base ed intelligenza emotiva, ovvero la capacità di riconoscere le proprie e le altrui emozioni e sapersi relazionare con esse;
  • Creatività ed inventiva per modellare semplici giochi divertenti in esercitazioni che contengono le basi del calcio (stop, passaggio, tiro in porta, visione di gioco, tempi di gioco);
  • Sicurezza in sé, che aiuta a creare e diffondere la motivazione negli allievi;
  • Ambizione e apertura mentale: è importante sapersi mettere in discussione, accettare visioni differenti dalla propria, mettersi nei panni degli altri e cercare soluzioni alternative dove necessario;
  • Capacità di adattarsi alla continua evoluzione del mestiere, senza rimanere rigidamente ancorati alle precedenti esperienze;
  • Entusiasmo e passione per il proprio lavoro: tutto parte dal cuore e dall’amore per il calcio!

 

 

Le qualità psicologiche che un buon allenatore deve possedere

Un buon allenatore deve possedere anche molte qualità psicologiche da poter utilizzare per il bene dei suoi allievi. Alcune delle più importanti sono:

  • Disponibilità al sacrifico

E’ fondamentale per dare il buon esempio ai proprio allievi e far loro comprendere, fin dalla più tenera età, che lo sport è fatto di impegno, disciplina e sacrificio costante: la vittoria della domenica nasce dal lavoro fatto in allenamento durante tutta la settimana

  • Assertività

Ovvero la capacità di esprimere i propri sentimenti ed emozioni in modo chiaro, di saper scegliere come comportarsi in un determinato momento/contesto. Poter difendere i propri diritti, ed esprimere serenamente un’opinione anche se in disaccordo con gli altri e portare avanti le proprie idee con convinzione, rispettando al contempo quelle altrui.

  • Competenze comunicative

Fondamentali per permettere alle proprie idee di arrivare agli altri e di essere da loro comprese.

  • Empatia

Ovvero la capacità di comprendere a pieno lo stato d’animo altrui, riconoscendo le emozioni in gioco. La qualità della relazione si basa su un ascolto non valutativo e si concentra nella comprensione dei sentimenti e dei bisogni fondamentali dell’altro.

  • Capacità di problem solving

È la capacità di risolvere problemi, analizzare dati percettivi provenienti dall’ambiente e mettere in atto strategie per superare le difficoltà e raggiungere gli obiettivi prefissati. Nel calcio, in particolare, il problem solving è fondamentale per affrontare sconfitte e risultati negativi: “saper perdere” è molto importante per uno sportivo perché spesso si può imparare più dalle sconfitte che dalle vittorie!

 

Allenare non è, dunque, un compito semplice! Occorre che il tecnico sia in grado di miscelare qualità tecniche, comunicative, educative e psicologiche per fare al meglio il suo lavoro. Gli allenatori devono conoscere gli atleti che hanno davanti, i loro punti di forza ed i loro limiti, non solo a livello calcistico, ma soprattutto a livello caratteriale e psicologico, e procedere con allenamenti finalizzati alla crescita individuale e di gruppo.

PARTNERSHIP STAGIONE 2018/19

 

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi richiesti sono contrassegnati *

VUOI UNIRTI A NOI?

CHI SIAMO

logo-footer

La Polisportiva Sporting Club Picentia è stata fondata nel 1984 da Davide Pierro con l’obiettivo di creare un polo positivo per aggregare i ragazzi del territorio intorno ai sani principi dello sport: lealtà, rispetto, perseveranza.

INFORMAZIONI

Via Palinuro 37, Pontecagnano(SA)

Matricola FIGC 620.891

P.IVA 04852710658

Tel/fax 089381343

Whatsapp 089381343

Mail info@sportingpicentia.it

Seguici su Instagram

Canale YouTube

credits: Kynetic srl | innovazione | comunicazione | tecnologie | www.kynetic.it