Scuola Calcio EliteIl Picentia si racconta tra iniziative e progetti

28 Marzo 20200

Direttore Tecnico Davide Pierro, Responsabile Attività di Base Antonio Pierro e Vicepresidente Simone PierroIl vicepresidente Simone Pierro, rintracciato telefonicamente questa mattina dalla redazione di Salernoinweb.it  , ha rilasciato un’intervista al giornalista Emanuele Landi, nella quale ha esposto le iniziative messe in campo dalla scuola calcio per i propri tesserati in questo periodo di chiusura forzata e i progetti futuri per il nuovo anno calcistico.

 

Cosa avete pensato di alternativo per far allenare i ragazzi a casa?

L’iniziativa nasce in questo periodo di chiusura forzata. Il tutto è pensato per non perdere di vista i ragazzi e dar loro qualcosa da fare in un momento così difficile sia per loro che per noi adulti. Un metodo, quello dello “Smart Training”, usato un po’ da tutti in questo periodo è stato adottato da noi dalla seconda settimana di quarantena. Ci siamo accorti, creando con i più piccoli dei gruppi whatsapp, con cui avremmo condiviso video in cui venivano mostrati gli esercizi da fare, che i ragazzi non vedevano l’ora di allenarsi all’ora stabilita dell’allenamento ordinario (lunedì mercoledì e venerdi’ alle 18). Un segnale piacevole e importante è stato ricevere da loro feedback positivi già pochi minuti prima di questa sessione “da casa”.

Come avete diviso le attività in base ai gruppi?

Ai gruppi agonistici, ossia dai 2004 ai 2006, abbiamo dato dei lavori di mantenimento muscolare da alternare a qualche esercizio di tecnica ed esercizi coordinativi sfruttando qualche video, realizzato da noi e mandato loro. Questi gruppi si allenavano il lunedì  e il venerdì sulla forza vale a dire con esercizi di mantenimento muscolare mentre il mercoledì allenavano la tecnica e effettuavano esercizi coordinativi. Per quanto riguarda l’attività di base, invece, ossia dai 2008 fino ai 2013 abbiamo pensato solo ad esercizi di tecnica e coordinativi, non potendo parlare con loro di forza muscolare. Abbiamo inviato loro dei video e alcuni genitori ci hanno inoltrato delle loro riprese in modo da poter riscontrare e correggere qualche piccolo errore. Abbiamo, inoltre, inviato dei PowerPoint illustrativi. Possiamo dire, quindi, che ci stiamo impegnando molto. Per i portieri il nostro preparatore Domenico Torre ha pensato ad esercizi personalizzati per ogni ragazzo in base all’età, categoria, qualche loro lacuna e/o esigenza.

Oltre lo Smart Training come il Picentia affronta la quarantena?

Il lavoro di Smart Training proseguirà fin a quando non sapremo il da farsi. La mia sensazione è che non riapriremo le attività e ricominceremo a settembre. Lo Smart Training è stato pensato durante la seconda settimana mentre durante i primi sette giorni di quarantena, per tenerci in contatto, è stato “indetto” il contest “Picentia sfida il coronavirus”. Un’idea, di sicuro, pensata anche da altre scuole calcio: bisognava realizzare un video indossando il completino da gara e mettendo in pratica una skill. Il video con più “Mi Piace” verrà premiato una volta terminata l’emergenza, al rientro delle attività, con alcuni gadget della scuola calcio. Una challenge, insomma, da realizzare con ampia libertà di scelta.

Quali sono i progetti futuri?

La riproposizione del Summer Camp 2020 pensato per tutto il mese di luglio, dopo la grande riuscita dello scorso anno, dovrà essere valutata in base all’evolversi dell’emergenza sanitaria. Avevamo trovato per il secondo anno un accordo sia con l’Aquafarm del sig. Marco Spina, sia con l’agriturismo “Ultimo Minuto” di Rino Picentino. La mattina è stata pensata per l’allenamento presso l’agriturismo mentre i momenti ludici sono programmati per il pomeriggio con lo spostamento presso l’Aquafarm. Il tutto dovrebbe essere fatto nel massimo della tranquillità. Se ci sono, infatti, minime possibilità ancora di contagio legate al virus tutto ciò non sarà possibile realizzarlo per evitare di mettere in pericolo i bambini e le loro famiglie. Cerchiamo tutti di rispettare le regole per uscire da questo momento. L’Italia è un paese forte e come ha fatto sempre nella sua storia si rialzerà.

Qualche novità è stata pensata per il prossimo anno?

Per il momento non c’è nulla di diverso in cantiere. Anzi si vuole dare continuità a un progetto iniziato quest’anno “Picentia al femminile”, vale a dire una scuola calcio esclusivamente rosa. Al momento abbiamo 5 ragazzine e abbiamo creato un gruppo misto 2009-10 con queste ragazze davvero brave e preparate, coordinate e tecnicamente valide. Lo scorso anno abbiamo ceduto un’atleta Margaret Colonnese, classe 2004, al S.S.C. Napoli Femminile, dove sta partecipando al torneo U17 nazionale. Nonostante sia sotto età ha guadagnato il posto di titolare e ha già messo a segno un bel numero di reti. Crediamo molto in questo progetto, sperando di continuare ad abbattere sempre di più le barriere di genere legate al movimento femminile.

 

UFFICIO STAMPA ASD Sporting Club Picentia.

Picentia si racconta tra iniziative e progetti futuri

 

 

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi richiesti sono contrassegnati *

VUOI UNIRTI A NOI?

CHI SIAMO

logo-footer

La Polisportiva Sporting Club Picentia è stata fondata nel 1984 da Davide Pierro con l’obiettivo di creare un polo positivo per aggregare i ragazzi del territorio intorno ai sani principi dello sport: lealtà, rispetto, perseveranza.

INFORMAZIONI

Via Palinuro 37, Pontecagnano(SA)

Matricola FIGC 620.891

P.IVA 04852710658

Tel/fax 089381343

Whatsapp 089381343

Mail info@sportingpicentia.it

Seguici su Instagram

Canale YouTube

credits: Kynetic srl | innovazione | comunicazione | tecnologie | www.kynetic.it